lunedì 19 giugno 2017

PROTETTA



Protetta
tra i tuoi rami
ho passato tutto il tempo
e,
ora,
così esposta
all'aria di quaggiù,
io tremo.


Eppure
ancora
li sento
i tuoi rami.


In ogni foglia che
ondeggia,
in ogni carezza del
sole,
in ogni risata
improvvisa,
io sento
i tuoi rami
e,
ancora,
mi sento
Protetta.

lunedì 22 maggio 2017

PICCOLA


Testarda
continui
a cercare cibo qui,
piccola formica,
tra i miei fogli
e libri
e idee
tu corri.

Non ho nulla
nemmeno una piccola briciola
di quel pane
che vorresti.

Ho solo parole
e fogli
e libri
e idee
ma tu corri.
E al sole ti fermi.
Come me.
Come noi.
Tutti.
Come la raggrinzita vecchina della panchina 
accanto
o quei tremanti studenti sul prato
avvinghiati.
Tutti.

Al sole,
piccola
ci fermiamo.
Alla ricerca di una piccola briciola
di quel pane
che vorremmo.

venerdì 5 maggio 2017

FAME


Io ho fame e tu?

Fame di tempo
Fame di pace
Fame di voci
Fame di sole
Fame di luce...

... e tu? Vuoi un panino?
Io, un panino, ce l'ho.
Quello che mi manca è il tuo sorriso, 
amico,
che,
solitario,
temerario,
senza nulla,
senza nemmeno l'ombra della mia paura,
coraggioso
te ne vai.

Eccolo, il mio panino.
Dammi il tuo coraggio
o
anche
soltanto
il tuo sorriso,
Amico mio.

mercoledì 3 agosto 2016

IL SOLE CHE VERRÀ


Seduta.

Appoggiata ad un balcone che sa di fiori
e di passanti estivi
e di amori sboccianti

io scrivo.

Altro non so fare.

Le linee rosate tracciate su un cielo blu notte
preannunciano
il sole di domani.

Il sole che verrà.

Nuovi fiori.
Nuovi passi.
Nuovo amore.
Nuova luce.

lunedì 25 luglio 2016

LEI. TU.



LEI.
E poi ti trovi ad una mostra.
Uno scatto improvviso
ed il mondo si ferma.

TU.
I tuoi pensieri.
Le tue paure.
Il tuo continuo domandare
che risposte mai non trova.

LEI.
Le due LEI.
L'una a sorriderti,
radiosa
all'ingresso,
l'altra nascosta in foto
che la vita han rapito,
o forse rubato,
di certo carpito.

L'una disegna ciò che
l'altra ha scattato,
in entrambe la vita traspare
come il flash
di un click
segreto.
Prezioso.
Come il cassetto remoto
dove da bimba hai racchiuso
un tesoro.

LEI.
TU.
Ad un tratto più non capisci.
Se è il disegno dell'una
ad averti capita
o lo scatto dell'altra
ad averti rapita.
Di certo ti senti nel profondo
arricchita
da chi dell'immagine
non ha fatto un business,
non ha contato i "mi piace"
ma ha saputo smuovere dentro
la tua voglia di 
Arte.

Che tu sia poeta,
pittore o pagliaccio,
ti invito a lasciarti "RACCONTARE" 
una storia.
Una fiaba, forse no.
Una vita, quella sì.
Quella di Vivian.
Tata narrata da immagini
di due grandi amiche.
L'occhio di una macchina
fotografica antica,
e quello di un'artista
curiosa e geniale.

Buon viaggio,
a New York,
a Chicago,
dentro di te.

LEI.
TU.

giovedì 9 giugno 2016

LACRIMA SALATA


E poi ti ritrovi davanti venti altri te.

E poi li senti contare alla rovescia per quella strana fine, con una salata lacrima agli occhi.

Salata come le lotte e le paure e le rabbie e i "non capisco" e i "non so" e i "ci sono" e i "grandissimi" e i "dai che secondo me ce la fate".

E ce la faranno.

Ma proprio tutti?

Sì.

Tutti.

Anche quello che è venuto a scuola a spot ma oggi c'è.

Anche quello che fa il duro fuori poichè non gli si spezzi il grissimo che ha dentro.

Anche quella che si nasconde dietro ad una cattedra facendosi chiamare prof per poi non sentirsi ancora grande.

Tutti.

Sì.

Una lacrima esce dagli occhi lenta, visibile o interna, palese o nascosta.

Salata.

Come tutto ciò che nutre, che terra o mare sia.

Una lacrima salata.

Forse perchè sa di fatica.

Forse perchè sa di acqua.

Forse perchè già sa di mare.



domenica 7 febbraio 2016

IL TRAMPOLINO



Ora tocca a te.
A nessun altro.
Solo a te.
Hai ascoltato.
Hai preso appunti. 
Hai chiesto consigli.
Ora è il tuo turno.
Il trampolino è tutto tuo.
Vai.
Vola.